Mutui a tasso zero, Italia troppo risparmiatrice, indietro rispetto a Francia e Germania.
Il mattone come sappiamo è una passione italiana. Ma se guardiamo alla propensione degli italiani a contrarre debiti attraverso un mutuo siamo molto indietro rispetto ai maggiori Paesi europei. 

Ma come si spiega questo atteggiamento?
Questo deriva dalla storica propensione a non indebitarsi, anche quando conviene; per esempio se si tratta di una prima casa, siamo di fronte a un acquisto defiscalizzato, a tassi di interesse sotto l’1%, oppure norme recenti offrono ulteriori vantaggi agli under 36 che vogliono comprare la prima casa: il “mutuo giovani prima casa”. leggi il nostro articolo a riguardo

Quindi molto dipende da una vecchia mentalità, ancora radicata di avversione totale al debito, anche chi oggi si trova a dover acquistare una nuova casa, cerca di utilizzare il più possibile la propria liquidità e il meno possibile quella offerta dalla banca. 

In gioco ci sono anche i lasciti della crisi economica che abbiamo affrontato nel settore immobiliare nel 2010.  Ancora oggi alcune banche faticano a rilasciare liquidità e mantengono i propri criteri di concessione mutui abbastanza stringenti.
Questo trend, tuttavia, negli ultimi anni è di molto diminuito, grazie a politiche economiche che incentivano la concessione e creazione di debito privato (tassi rasenti allo zero o negativi per volere delle banche centrali) ma anche grazie all’andamento generale dell’economia.
Infatti oggi, abbinando il concetto di mutuo a quello di investimento, è possibile difatti stipulare un mutuo a tasso praticamente 0, l’educazione finanziaria «svela» che i tassi sono oggi tra i più bassi in Europa con un Taeg medio dell’1,25%.

Se ci si focalizza solo sul debito non si riesce a compiere quel salto di mentalità che ci permette di sfruttare a pieno i lati positivi di questo momento. Insomma, date le condizioni di mercato, il mutuo potrebbe essere visto anche come un’occasione storica per accedere a costi bassissimi a una fonte di liquidità da utilizzare per investimenti.

Questo non vuol dire che bisogna correre a super-indebitarsi. Tutt’altro ma allo stesso tempo mantenere un atteggiamento conservatore, è un’occasione sprecata.

Decidere di investire in un’immobile, cambiare casa, o vendere il proprio immobile sono scelte importanti e spesso rischiose; districarsi tra banche, offerte di mutuo e pratiche burocratiche non è facile.
Il nostro consiglio è quello di muoversi in modo sempre cauto e ponderato ma senza lasciarsi sfuggire le occasioni che si presentano.
Farsi affiancare da professionisti del settore è sicuramente utile, a volte indispensabile.
Informarsi al meglio è la vostra arma più importante! 

Quale soluzione migliore allora del, almeno, chiedere consiglio a esperti del settore.
Noi di Casa Elite, con esperienza trentennale e profonda conoscenza del territorio, possiamo fornirvi una consulenza professionale per meglio far fruttare il vostro investimento, o per rendere il vostro progetto casa un futuro più solido e duraturo.
Collaboriamo con Euroansa, società di mediazione del credito che ha l’obiettivo di riuscire sempre a trovare la soluzione migliore per rispondere alle vostre esigenze in ambito finanziario offrendo le migliori convenzioni disponibili sul mercato. Euroansa.it

Non esitare a contattarci per una valutazione e/o una consulenza gratuite e senza impegno.
Sicuramente il tuo investimento ne gioverà e avrai le idee più chiare sul tuo progetto, ma soprattutto acquisirai la conoscenze e sicurezza necessarie a compiere passi importanti come quello di investire o comprare un nuovo immobile. 

 

Per il venditore

Per l’acquirente

Contattaci

11 + 5 =

Confrontare