Il Bonus prima casa 2020 è un’agevolazione che vuole aiutare i privati ad acquistare un’abitazione grazie ad una riduzione delle imposte.

Tutti i soggetti che vogliono richiedere il Bonus prima casa, devono essere in possesso di diversi requisiti specifici e non devono essere già titolari di un immobile nel Comune in cui intendono acquistare la prima casa.

Grazie alla sopracitata riduzione delle imposte, si cerca di incrementare il mercato immobiliare e rendere più semplice l’acquisto di una casa.

La prima riduzione si trova nell’imposta di registro, che dal 9% passa al 2%, quando il venditore è un privato oppure un’impresa che vende in esenzione Iva.

Se il venditore è un’impresa soggetta ad Iva ci sarà anche una riduzione sull’imposta del valore aggiunto che dal 10% passa al 4%.

All’imposta di registro e all’Iva al 4% si aggiunge l’imposta ipotecaria fissa a euro 200, l’imposta catastale fissa a euro 200 e l’imposta di registro fissa a 200 euro.

Le agevolazioni vengono previste anche nel caso in cui si sia una successione o una donazione sulla prima casa.

Chi vende e acquista una prima casa, sarà anche soggetto al credito d’imposta.

La domanda per il Bonus deve essere fatta nel momento dell’acquisto della proprietà.

L’Agenzia delle entrate ha specificato che il Bonus non lo si ottiene nel caso in cui:

  • si dichiari il falso durante la domanda o l’atto di compra vendita;
  • se entro 18 mesi dall’acquisto dell’immobile non ci sia il trasferimento della residenza dove è situato l’immobile.

Nel caso in cui il Bonus venisse a decadere, il soggetto vincitore, dovrà riversare tutti gli importi di cui ha usufruito con l’agevolazione in essere.

I requisiti di cui bisogna essere in possesso per ottenere il Bonus sono:

  • la residenza deve essere nello stesso comune in cui si acquista l’abitazione; in caso contrario bisogna dimostrare che si svolge un’attività nel luogo in cui la si vuole acquistare;
  • gli italiani che risiedono all’estero, devono dimostrare la loro condizione con il certificato AIRE;
  • categoria catastale, dato che il Bonus è previsto per: abitazione civile, popolare, ultrapopolare, villini, economico, rurali e abitazioni tipici dei luoghi.

Per restare aggiornati su tutte le novità del settore, seguiteci e leggete le nostre news https://www.immobiliarecasaelite.it/news/

Contattaci

13 + 14 =

Confronta